#èunpochenonparliamo 2

Temevo che tornando sul blog mi sarei distratta dal romanzo. Come era successo l’ultima volta, del resto: tutto il mio estro creativo si impegnava alla ricerca di un argomento per il blog e ne rimaneva poco o niente per i libri sui cui volevo lavorare. Invece, sono piuttosto contenta di notare che questa storia si…

Tracce ovunque

Lascio tracce di scrittura ovunque. Ho quaderni pieni ìdi note. Diari che iniziano da una parte e proseguono su tutt’altro supporto, penne di tutti i tipi e blocchi di carta da fare invidia ad una cartoleria. Lascio briciole ovunque, tante che danno più l’idea della sporcizia che della scrittura. Del resto, ogni forma d’espressione rispecchia…

Scrivi senza pensare

Programmi tutto: il background dei personaggi, descrizione dei luoghi, gli oggetti fondamentali, antefatto, sinossi… Ora che hai finito tutto, passa la fantasia di scrivere il romanzo e già hai testa solo per i progetti nuovi. Scrivi senza pensare, che lo sai fare. Ora, non lo so ma scommetto che nemmeno la Rowling prima di scrivere…

Non è che manchino gli argomenti…

Sono in vena di fare un recap della mia situazione da scrittrice. Stagnante, ma in questo periodo non potrebbe essere altrimenti. Eppure non è che la mia creatività mi abbia abbandonata. E, anche se fosse, non è che mi mancherebbero argomenti su cui scrivere. Ho diverse idee sparpagliate negli angoli più strani della mente, altre…

Carta e penna

Ragazzi, avevo già fatto un post sulla bellezza dell’analogico, ormai qualche tempo fa. Da amante della scrittura fin dentro l’anima, devo dire che non c’è tastiera che possa battere carta e penna quando hai bisogno di lasciar fluire le emozioni. Oltre a questo blog, sul quale scrivo cose tangenzialmente importanti, ogni tanto ho bisogno di…

Non si è mai fermi

Ho passato qualche giorno di incertezza creativa. Aprivo il progetto del giallo ma poi riuscivo a scrivere poco, rovistavo tra la sinossi e i personaggi senza soddisfazione e ho iniziato a pensare: “Ecco che di nuovo ho perso l’ispirazione. Ecco un altro progetto che affoga a qualche settimana dal suo inizio”. E invece non è…

Qualcosa di nuovo ribolle…

Mentre non ho ancora terminato di rivedere il mio secondo libro, mi piomba addosso tra capo e collo una nuova idea e una possibile storia. Ovviamente niente a che fare con La Zirba né con il progetto quasi ultimato… Che io non riesco a rimanere costante nemmeno sul genere della scrittura, mannaggia a me! Questa…

Secondo progetto – primo responso

Ho identificato tre beta-reader per il mio libro, ormai allo stato di bozza leggibile. In realtà vorrei trovarne un quarto, ma non so bene a chi rivolgermi e ci penserò ancora un po’ su. Incredibile ma vero, è stato proprio il Perditempo (il favoloso editor de La Zirba) a darmi il primo responso. Per una…

Recensione “La Zirba” di Irene Tortoreto

Originally posted on MuatyLand:
Nel folto di un bosco di faggi, vive una giovane in cerca della felicità e del suo posto nel mondo. Nessuno sembra poterla aiutare. Solo il più strano del villaggio le suggerisce una soluzione folle almeno quanto lui. Addentrarsi nelle profondità più inesplorate del bosco, dove si dice vivano creature misteriose,…

Inutili preoccupazioni

Per tutta una vita mi sono preoccupata che i miei testi, i miei scritti o i miei blog venissero letti da qualcuno che mi conosceva, che potessero generare in questa persona qualche immagine di me strana o troppo realistica. Preoccupazione inutile, visto che ora che la bozza del secondo libro è pronta e io sto…