Armata di penna

Ho una penna che sembra nera ma non lo è, una pila di foglietti bianchi e un vassoio a farmi da sostegno. Potrebbe esistere un momento migliore per scrivere? Celebro anche con voi le mie (oltre) 100 pagine scritte. Forse questo romanzo non sarà come tutti gli altri… forse vedrà anche la fine della storia….

Dicembre

Ciao a tutti ragazzi, come state? È un bel po’ che non ci sentiamo. Che non mi faccio sentire, in realtà, lo so. A Casa Gnoma tutto bene. A Mordor ho schivato il COVID; dopo di che mi sono presa un periodo di congedo per stare con Lupetta (che ne è entusiasta). Il Vichingo sta…

Amabile isolamento

Devo dire che a me quest’aria di surreale desolazione piace molto. Ieri sera sono uscita per andare a ritirare la spesa al Drive – penso che ormai tutti ci siamo attrezzati in questo modo – e per strada non c’era nessuno. Un’atmosfera da apocalisse, volendo vedere il lato tragico della faccenda. Io l’ho trovato affascinante:…

E poi ti contatta sedicente redattrice radiofonica.

Proprio così. A un certo punto su Facebook, attraverso un gruppo di scrittori, mi contatta una tale che si dice redattrice radiofonica proponendomi un’intervista. Wow? Non so, sulla pelle degli scrittori c’è una marea di gente che cerca di mangiarci approfittando della loro buonafede. Mi rigiro il profilo della tipa: creato da pochissimo, con immagine…

La morte nel villaggio

Dopo aver apprezzato la Christie a natale con Poirot ho deciso di fare un tentativo con la famosissima Marple. E visto che, se c’è una serie, mi piace seguirla dal principio sono partita dal primo romanzo: La morte nel villaggio, pubblicato nel 1930. Così eccomi catapultata a St. Mary Mead, seguendo le fila di un…

Nei boschi eterni

Nonostante io abbia già pubblicato, qualche giorno fa, la recensione del 7° capitolo della serie (La Cavalcata dei Morti) ci tengo particolarmente a recuperare dall’altro blog anche questa recensione. Si tratta del 5° libro delle indagini del Commissario Adamsberg ed è sicuramente stato uno dei miei preferiti. Recensione Fred Vargas è un’autrice francese e non…

La morte nel villaggio

Dopo aver apprezzato la Christie a natale con Poirot ho deciso di fare un tentativo con la famosissima Marple. E visto che, se c’è una serie, mi piace seguirla dal principio sono partita dal primo romanzo: La morte nel villaggio, pubblicato nel 1930. Così eccomi catapultata a St. Mary Mead, seguendo le fila di un intricato…

Zero zero sospetto…

Gnoma è impegnata nella lettura di un libro interessantissimo ma affatto rassicurante. Del resto l’ha scritto Saviano, che ci si poteva aspettare?