Questione di spazi aperti

Questa settimana vi propongo un altro micro-libro che ho potuto scaricare gratuitamente su Kobo. Continua a leggere “Questione di spazi aperti”

Il primo per noi

Non sono la prima, né sarò l’ultima, a scegliere questo libro come primo libro per la propria nuova creatura.

Lo avevo già puntato a dicembre, quasi tentata a prenderlo solo per me quando ancora non sapevo il sesso dell’Alien, ma ho aspettato e ora sono contenta di essercelo regalato. Perché può essere che trovare una eroina a cui ispirarsi renda più facile l’impegno di crescere.

Prima di tutto inizia con una dedica messa lì a suggerire forza e determinazione. Un filo magico che prosegue colorando ogni pagina di volti, vicende e perle d’ispirazione.

Bello. Davvero bello sia come idea che come realizzazione grafica. Anche il materiale con cui è fatto… È di quei volumi che ti fa proprio piacere rigirarti tra le mani e sfogliare e a quel punto è impossibile non fermarsi a catturare qualche istante di vita altrui.

Sì, ho iniziato a leggerlo “senza” di lei. È che anche la mia gnomina interiore ha bisogno di un po’ di ispirazione.