#èunpochenonparliamo 2

Temevo che tornando sul blog mi sarei distratta dal romanzo. Come era successo l’ultima volta, del resto: tutto il mio estro creativo si impegnava alla ricerca di un argomento per il blog e ne rimaneva poco o niente per i libri sui cui volevo lavorare. Invece, sono piuttosto contenta di notare che questa storia si…

Armata di penna

Ho una penna che sembra nera ma non lo è, una pila di foglietti bianchi e un vassoio a farmi da sostegno. Potrebbe esistere un momento migliore per scrivere? Celebro anche con voi le mie (oltre) 100 pagine scritte. Forse questo romanzo non sarà come tutti gli altri… forse vedrà anche la fine della storia….

Scrivi senza pensare

Programmi tutto: il background dei personaggi, descrizione dei luoghi, gli oggetti fondamentali, antefatto, sinossi… Ora che hai finito tutto, passa la fantasia di scrivere il romanzo e già hai testa solo per i progetti nuovi. Scrivi senza pensare, che lo sai fare. Ora, non lo so ma scommetto che nemmeno la Rowling prima di scrivere…

Secondo progetto – primo responso

Ho identificato tre beta-reader per il mio libro, ormai allo stato di bozza leggibile. In realtà vorrei trovarne un quarto, ma non so bene a chi rivolgermi e ci penserò ancora un po’ su. Incredibile ma vero, è stato proprio il Perditempo (il favoloso editor de La Zirba) a darmi il primo responso. Per una…

La Zirba – aggiornamento #1

Come primi giorni devo dire che non c’è male. Ho ricevuto molto più supporto di quanto pensassi, non parlo tanto di copie vendute quanto di supporto da persone che credevo non me ne avrebbero dato. Ma parlo anche del fatto di trovarmi in 4° posizione tra le “Novità più interessanti” della categoria. E mi sono…

La Zirba – il mio racconto

Un saluto a tutti i lettori del blog! La versione Kindle del mio libro è già disponibile online! Per il cartaceo immagino dovrò aspettare settimana prossima, ma intanto non sottovaluto le potenzialità dell’ebook. Questa è la quarta di copertina, a cura del Perditempo. Nel folto di un bosco di faggi, viveva una gnoma di nome…

Il racconto: Kindle Direct Publishing

Alla fine della fiera, per il mio racconto ho scelto Kindle Direct Pubishing. L’ho fatto per diverse ragioni. Principalmente perché ti dà la possibilità di un controllo autonomo sul prezzo di vendita sia dell’ebook che del cartaceo.Avendo un testo molto piccolo ci tengo particolarmente a mantenere il prezzo basso, cosa che altri servizi di self-publishing…

Il racconto: Aletti editore

Sono passata più volte sul sito di Aletti editore. Lo trovo piuttosto datato come grafica, senza offesa, ma questo già è un deterrente. Dopo averlo guardato e riguardato ho deciso di non mandare per niente il manoscritto a loro. Le motivazioni sono diverse. Un po’ perché sul sito ostentano un “facciamo questo” e “siamo gli…

Sulle case editrici a pagamento

Quando hai in mano un teso e pensi a pubblicarlo ti metti a riflettere sul come fare. Una possibilità è affidarsi a una casa editrice a pagamento. Ce ne sono molte, ti chiedono contributo nei modi più diversi, magari lo mascherano come “acquisto delle copie”, ma alla fine pur sempre significa sborsare qualche soldo di…

Il racconto – Caosfera Edizioni

Ho ricevuto risposta da Caosfera Edizioni. Hanno risposto nel giro di 6 giorni, quindi direi davvero celeri. Come sospettavo il loro responso è stato un immediato “troppo corto”. Quando rispondono a questo modo e così presto nel 99% dei casi significa che non si sono nemmeno messi a leggerlo, perché se anche fosse un buon…