Letture “nei miei panni”

Essere uno scrittore esordiente è più difficile di quanto si possa sembrare.

Finché sei lì a scrivere il tuo romanzo, tutto preso dalla tua storia, le cose sono molto entusiasmanti e tutto sembra facile e portato ad andare per il meglio.
A niente vale aver già avuto esperienze in campo editoriale, aver addirittura lavorato in casa editrice. Conosci tutte le pecche, tutti i difetti del sistema, ti senti preparato a tutto. Poi, abbandoni le incertezze, il libro esce sul mercato e ti ritrovi lì, anche tu un pesciolino come tanti. Tutte le difficoltà che hai visto negli altri autori esordienti diventano improvvisamente le tue e ti rendi conto che no, anche se le conoscevi non ne eri poi così preparata.

Una delle difficoltà più grosse che incontro è convincere la gente che vale la pena leggerti. Magari hai tra le mani un capolavoro (magari no), ma certo se le persone non ti leggono non possono sapere se gli piacerai, se ti consiglierebbero agli amici o se userebbero le tue pagine solo per tener ferme le gambe del tavolo.
In generale, davanti a un nome sconosciuto e magari a una casa editrice ignota c’è tanta tanta diffidenza.
Se proprio devo sforzarmi a leggere qualcosa, lo faccio per qualcosa di cui ho già visto la pubblicità.
E questo non è un pensiero che fanno solo gli sconosciuti, ma anche le persone che ti conoscono (a volte che consideravi come amicizie abbastanza vicine) non alzano un occhio sul tuo testo nemmeno se glie lo regali.
Per di più, in qualche gruppo facebook ho trovato tanta ostilità tra autori esordienti, tante persone che dicono: “No, il tuo libro non lo leggo neanche morto.” Invece che spalleggiarsi a vicenda, in un mondo già difficile, pare che la tecnica sia farsi la guerra tra piccoli.

Io, invece, credo che non ci sia miglior cosa da fare che aiutarsi a vicenda. Così mi sono messa in testa, e sarà anche una idea bislacca per i più, di iniziare a leggere anche gli esordienti.
Così, ho intenzione di alternare le letture e di dedicare uno spazio alle recensioni degli esordienti. Recensioni che siano oneste, che parlino dei punti positivi e negativi dei libri che leggo. Sarà anche piccola la mia voce, ma sarà sempre meglio del silenzio che rischiamo di trascinarci dietro.

Ho iniziato oggi, con un libro che spero di finire e recensire presto.

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Felice di sentire che qualcun altro è arrivato a quella che a me pare una conclusione ovvia: se sei un esordiente devi leggere i grandi per imparare e gli esordieni per conoscere e per aiutarsi, e magari imparerai anche da loro. Io leggo per scelta i libri di esosrdienti da un po’ di tempo, il che mi porta a volte a pentirmene, soprattutto a causa del pessimo editing di molte CE piccole. A volte la pazienza mi premia e la soddisfazione non solo della lettura, ma anche di andare sul blog/sito/pagina FB dell’autore a complimentarmi con lui e magari fare una proficua amicizia, è doppia. Io non ho mai visto la guerra dei poveri di cui parli, anzi, esistono molte comunità online di esordienti che si aiutano, consigliano, che crescono insieme e possibilmente si leggono a vicenda e ti invito a cercarne qualcuna, ti assicuro che molti dubbi spariscono e si vive meglio la propria arte. Io frequento soprattutto il forum “scrittori per sempre”, però ce ne sono tante altre di comunità simili.

    Piace a 1 persona

    1. Irene ha detto:

      Devo ammettere che non mi sono data alla ricerca approfondita di tali comunità, quelle che ho trovato su Facebook (canale sbagliato in partenza) sono deludenti e piene di ignoranti “so tutto io”. Però, nel mucchio, già mi è capitato di trovare un paio di autori sani di mente ed è molto bello scambiare qualche parola con loro. Ma devo dire che mi hai incoraggiata nel non desistere a cercare una comunità che mi sia affine.
      Il problema di tanti esordienti è che leggono pochissimo in generale, quindi aggiungi ad un pessimo editing una scarsa originalità del testo e spesso mi fanno passare la voglia di andare oltre il primo capitolo. Però ho deciso di mettermi d’impegno nel dare una possibilità a tutti e di finire tutti gli esordienti che inizio.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.