Sul terrorismo psicologico della nanna.

Forse l’argomento “nanna dei bebè” è quello che dalle mie parti ha destato più terrorismo psicologico.
Questa storia della SIDS che nessuno si spiega ancora bene credo che metta giustamente in ansia tutti i genitori. Persino i genitori di alien.

In alcuni casi i consigli che ti danno sono giustissimi.

Non far dormire il neonato nel lettone con i genitori credo che sia sacrosanto, il rischio di schiacciarlo (soprattutto se dormi con un vichingo) o che scivoli sotto le coperte è davvero alto.
Però poi scopri che almeno le prime due settimane il cosetto non dorme nemmeno un secondo se non ti sta addosso, e allora ti inventi mille barriere anti-vichingo per poter dormire anche tu, nel tuo letto, quando il mostriccio prende sonno. Ci si prende il rischio, diciamo, perché a un certo punto anche la mamma ha bisogno di ricaricare le batterie.

Comunque, testarda come sono, ci ho messo relativamente poco ad abituare l’Alien alla sua culla. Ma qui sono spuntati i veri problemi.

“Deve dormire su un piano orizzontale”
Certo. L’Alien dopo due-tre minuti si svegliava con un rigurgito. Anche a stomaco relativamente vuoto… a parte che i primi due mesi mi sa che non ce l’ha mai avuto lo stomaco vuoto, visto quanto mangiava. E allora incliniamo leggermente il piano.

“Non utilizzare cuscini”
Altra cosa teoricamente giusta. Magari esistono quei bimbi che li metti giù piatti in mezzo al “nulla” e si distendono. L’Alien si sentiva persa e sola finché non le ho trovato un cuscinetto morbido apposta per bimbi (ma più grandi) nel quale sprofondava con tutta la schiena e si poteva accoccolare.

“Deve dormre supino”
Beh questo credo che non accadrà mai. L’Alien era storta in pancia e vuole rimanere storta nella vita. Sul cuscinone dormiva sempre sul fianco (altrimenti non dormiva).
Adesso è cresciuta e si muove troppo per lasciarle un cuscino nella culla (rischia davvero di cacciarci la testa sotto). Per una lunga e grande nanna notturna, di quelle di gusto, abbiamo trovato il compromesso della dormita di pancia, col sederotto che ogni tanto si agita in aria e la testa che sale fino a picchiare contro la sponda della culla. Che poi ormai si sa rigirare da sola e sceglie lei la posizione che preferisce (e non è mai di schiena, se non quando è sveglia)

Del resto: se la bimba è felice la mamma dorme e stiamo tutti bene.
Ormai sono quattro mesi di convivenza con l’Alien, anche se sembra passato molto più tempo, e se c’è una cosa che ormai direi assodata è che gli esperti possono darti tutti i pareri e i consigli che vogliono, ma alla fine il tuo istinto di mamma funziona meglio di qualunque altra cosa.

Quindi va bene informare e suggerire, ma se ripenso all’ansia che avevo i primi giorni perché le indicazioni delle ostetriche non funzionavano… sono davvero contenta di aver preso qualche rischio calcolato per migliorare la nostra situazione.

Siamo tutti diversi, del resto, e lo sono anche i nostri piccoli alien. Mamme fatevi forza, che la logica e il nostro stesso istinto valgono più delle ansie generate dai pareri altrui.

sleeping_cub_by_glowbelly.jpg
Fonte: glowbelly (Karen)

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. Sara Provasi ha detto:

    Fai bene a organizzarti osservando le sue reali necessità! ❤

    Piace a 1 persona

  2. Mezzatazza ha detto:

    Non ho figli, ma mi pare un discorso di buonsenso. Poi purtroppo la SIDS pare abbia disposizione più genetica che altro: una cosa molto brutta e pericolosa ma davvero difficile per l’umana possibilità genitoriale, essere certi di evitare.
    Una delle mie migliori amiche aveva la piastra da lettino che manda un segnale se il bimbo smette di respirare, un’altra amica – pediatra – aveva le dita incrociate 🤷🏼‍♀️

    Piace a 1 persona

    1. Gnoma Irma ha detto:

      Il fatto è che nella vita di tutti esistono possibilità di eventi terribili, può essere la SIDS come può essere altro. C’è la possibilità ma fasciarsi la testa troppo in anticipo credo generi solamente mille ansie (che comunque non è detto ti facciano evitare il peggio). Anche io voto per tenere le dita incrociate… e godermi ogni momento.

      Piace a 1 persona

  3. marisasalabelle ha detto:

    Pensa che quando ho avuto i figli io (nei lontani anni ’80) ci suggerivano di farli dormire a pancia sotto, e mai supini, perché, dicevano i pediatri, c’era il rischio che si soffocassero con un rigurgito. Questo la dice lunga sulle posizioni raccomandate o assolutamente sconsigliate… auguri per la tua Alien!

    Piace a 1 persona

    1. Gnoma Irma ha detto:

      Infatti da quando mia mamma mi ha convinta a farla dormire a pancia sotto ci è cambiata la vita! Alla fine dovremmo davvero rilassarci e capire che i consigli sono solo consigli, non legge.
      Grazie per gli auguri e altrettanti anche a te!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.