Libri Recensioni

Lettori per lettori di libri (elettronici)

Pur essendo una lettrice accanita di vecchia data (e quasi vecchia generazione) devo ammettere che ormai fatico a fare a meno degli ebook.

Li trovo comodi, adoro poterli avere sempre dietro (soprattutto quei pochi manuali utili che hanno già digitalizzato) e adoro non aver bisogno di una libreria gigantesca per contenere tutto quello che voglio leggere.
In questo soddisfano anche il mio impulso ossessivo-compulsivo di acquistare qualunque libro desti il mio interesse. Salvo poi non avere tempo materiale per leggerli tutti.

Visto che ho deciso di abbandonare Amazon (come spiego qui), mi sono trovata a dover ripiegare su altri dispositivi di lettura.

Dopo qualche ricerca ho optato per il Kobo, forse il maggior concorrente del Kindle. Visto poi che sono ancora legata all’idea che il libro è un oggetto che si legge e al massimo si sottolinea ho scelto la “versione dei poveri”, il più economico: Aura Edition 2 (che sotto natale era anche in sconto).

Di questo oggettino adoro il design, poco più grande del Kindle modello base. Mi piace anche il tasto di accensione sul retro, bello comodo da schiacciare.

Lo schermo è bello nitido e si aggiorna bene. Pensavo mi sarei scocciata con la retroilluminazione (che si può dosare fino a spegnerla), invece alla fine la apprezzo un sacco soprattutto quelle sere che voglio leggere a letto senza disturbare il Vichingo.

Mi piace anche la home per la gestione dei libri e le varie statistiche di lettura, che prima non avevo.

Si collega perfettamente alla Feltrinelli, che era già il mio distributore di libri cartacei di fiducia.
In più supporta molti formati rispetto al Kindle senza bisogno di conversioni, utile per eventuali libri che si trovano gratuitamente in rete (vedi LiberLiber). Tra l’altro con un paio di trucchetti e di tutorial sono riuscita a passare tutti i miei acquisti kindle (.azw .mobi ecc…) sul nuovo lettore senza problemi.

Però non è tutto oro quello che luccica.

Nonostante tutti i lati positivi devo ammettere che il sistema operativo Kobo non è buono come quello sviluppato da Amazon. Ogni tanto ha qualche rallentamento (ma nessun crush per il momento).
La cosa che veramente mi fa impazzire è il touch che ha una sensibilità scarsa o comunque tutta particolare. A volte è perfetto, a volte non sente niente, a volte capisce quello che vuole. Questo si ripercuote soprattutto sulla evidenziazione, che diventa frustrante e talvolta impossibile.
È una pecca non da poco e spero che presto riusciranno a risolverla.

Tutto sommato sono soddisfatta del mio cambio.

Ora invece che continuare a iniziare libri nuovi forse dovrei dare fondo a tutti quelli già scaricati…

Kobo Aura edition 2
Il mio Kobo con lo schermo in pausa mostra la bellissima copertina del libro in lettura!

2 commenti

    1. Ma no corvaccio! Ti restano tutti nell’account dal quale li hai acquistati e puoi comunque salvarli o scaricare i file sul pc/cellulare/chiavetta o supporto che preferisci. Tanto pesano veramente pochissimo.
      Per esempio io ho tutti i libri in lettura sia sul reader che sul cellulare (c’è l’app gratuita e si sincronizzano) così me li posso leggere in qualunque momento di attesa mi capiti.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...